lunedì, 5 Dicembre, 2022

Ultimi articoli

AL VIA DOMENICA 25 SETTEMBRE IL 18° CLOWN&CLOWN FESTIVAL con l’inaugurazione della Città del Sorriso

Inaugurazione della Città del Sorriso e delle mostre fotografiche, eventi musicali e letterari, l’accensione dell’enorme naso rosso sul campanile della chiesa e lo spettacolo “Nuova Barberia Carloni” della compagnia Teatro Necessariodelle mostre fotografiche, eventi musicali e letterari, l’accensione dell’enorme naso rosso sul campanile della chiesa e lo spettacolo “Nuova Barberia Carloni” della compagnia Teatro Necessario.

 

Accensione del Nasone sulla torre della Chiesa

Inizia domenica il Festival di Monte San Giusto che da 18 anni si fa messaggero del valore universale e terapeutico della risata unendo Clown-Artisti & Clown-Dottori.

L’edizione dedicata al tema della “gentilezza” si aprirà alle ore 17 con l’inaugurazione della Città del Sorriso, le parate musicali della band Dixi Frixi e della Banda musicale O. Bartolini, le inaugurazioni delle mostre fotografiche nei vicoli del borgo, la presentazione delle compagnie artistiche selezionate per il ClownFactor, la presentazione del libro “Il prezzo delle stelle” di Laura Martino, l’AperiClown con la musica con la rock’n roll band Mecò e Il Clan e l’esilarante conto alla rovescia condotto dalla Mabò Band per l’accensione dell’enorme naso rosso sul campanile della chiesa, simbolo dell’inizio ufficiale della manifestazione.

Alle ore 22:00 nel tendone GalizioTorresiCircus si proseguirà con lo spettacolo “Nuova Barberia Carloni” della compagnia TEATRO NECESSARIO, composta da tre bravissimi clown, acrobati e musicisti che da più di 20 anni portano avanti con passione un’intensa attività di produzione e promozione di circo contemporaneo e teatro urbano.

Il Tendone Clown‍ Galizio Torresi Circus (ph-Massimo Zancon)

Nelle giornate seguenti il festival proseguirà con il ClownFactor, il divertente contest riservato ai talenti emergenti delle arti circensi e della clownerie che quest’anno verrà presentato dall’attore Michele Gallucci e vedrà sfidarsi nove artisti e compagnie per l’accesso al Premio Takimiri, nell’attesa dei grandi ospiti che da venerdì 30 settembre faranno del piccolo borgo in provincia di Macerata un’importante metà per l’universo dei clown.

 Dal 2005 il Clown&Clown Festival diffonde il valore universale e terapeutico della risata, tanto da far guadagnare a Monte San Giusto, piccolo borgo in provincia di Macerata, il titolo di “Città del Sorriso”Il Festival è stato ideato con l’intento di unire le due anime del clown: quella artistica e spettacolare dei Clown-Artisti e quella volontaristica e sociale dei Clown-Dottori. Quest’anno diventa maggiorenne con un’edizione che, dopo due anni, torna “a pieno regime” e promette di essere importante meta di ritrovo per tutto l’universo clown.

Il programma ruoterà intorno al tema principale della Gentilezza, intesa nella sua accezione più vasta, che riguarda noi stessi, le persone che ci stanno intorno fino ad arrivare all’ambiente. Il clown diventerà un modello di educazione alla Gentilezza unico nel suo genere e il “sorriso” sarà il linguaggio universale della Gentilezza. Per questo #GoGentle è il claim di questa edizione del Festival e invita a seguire le orme del clown anche sui social!

Il festival inizierà domenica 25 settembre con diversi eventi, tra inaugurazioni, mostre, musica e spettacoli.

Alle ore 17 è in programma l’inaugurazione della Città del Sorriso, con il taglio del nastro ad opera del sindaco Andrea Gentili e l’animazione musicale e coreografica della street band Dixi Frixi e della locale banda musicale O. Bartolini che darà il via all’edizione della “maggiore età”.

I Dixi Frixi

Seguiranno le inaugurazioni delle mostre fotografiche nei vicoli del borgo con fotografie delle passate edizioni e la mostra “Il naso rosso in viaggio” a cura” della Federazione Nazionale Clowndottori, alle ore 17:45 in Piazza Aldo Moro la presentazione delle compagnie artistiche selezionate per il ClownFactor e la “Music Street Parade” dei Dixi Frixi per le strade e le piazze del centro storico.

La music street band Dixi Frixi è formata da musicisti provenienti dalle più svariate esperienze musicali, ha una esperienza ultraventennale e nel corso degli anni è stata protagonista di importantissimi eventi in Italia e all’estero, tanto da essere considerata la “Main Street Band” dei principali Festivals in Qatar, Oman, Kuwait e Emirati Arabi dove ha inaugurato i principali simboli di Dubai. Hanno un vastissimo repertorio e basta fischiettare un motivo che lo suoneranno, mentre divertenti coreografie faranno ballare e tenere il tempo con le mani in una esplosiva carica di entusiasmo.

Alle ore 18:30 nella Piazzetta degli Ombrelli è in programma il primo appuntamento del Clownbook con la presentazione del libro “Il prezzo delle stelle” di Laura Martino e alle ore 19:00 in Piazza Aldo Moro l’Apericlown con la partecipazione band Mecò e Il Clan.

Il libro racconta di Rebecca, una ragazza brillante, saldamente ancorata ai tradizionali valori della vita. Coltiva un sogno che insegue fin da bambina, ma un bel giorno, il destino gliene presenta un altro, più potente del suo, che la metterà di fronte a una scelta: l’amore o la felicità.

Mecò e il Clan è una rock’n roll band italiana nata nel 2009 in provincia di Macerata. È composta da Marco Meconi (voce), Daniele Casadidio (basso), Michele Bellini (chitarra), Marco Casadidio (batteria).

Nasce come Cover Band e si esibisce in tutto il centro Italia in oltre 30 concerti all’anno con un repertorio molto ampio, che va dalla musica blues al classico rock’n roll, passando per tanti brani italiani tradizionali, il tutto riadattato seguendo un proprio stile ben definito.

Dopo cena, alle ore 21 in Piazza Aldo Moro è in programma il coinvolgente e tradizionale appuntamento con il conto alla rovescia capitanato dalla Mabò Band per l’accensione dell’enorme naso rosso sul campanile della chiesa, simbolo dell’inizio ufficiale della manifestazione.

La Mabò Band è una compagnia di clown musicisti sangiustesi composta da Fabrizio Palazzetti, Amilcare Pompei e Renzo Stizza che dal 1991 si esibiscono in strade e palcoscenici del mondo. Dopo le frequenti incursioni musicali in tv dal “Maurizio Costanzo Show” a “Giochi Senza Frontiere”, da “Mezzogiorno in Famiglia” in Rai fino a “Striscia la Notizia” con Enzo Iacchetti, la Mabò continua a portare la loro originale musica clownesca nei contesti più disparati. Dai numerosi festival che hanno frequentato, nel 2005 è nata l’idea di organizzare questo speciale festival nel loro paese, unico nell’unire le anime artistiche e sociali dei nasi rossi.

La prima giornata si concluderà alle ore 22:00 al tendone GalizioTorresiCircus (ingresso 2€, gratuito fino a 10 anni di età; biglietteria in loco) con lo spettacolo “Nuova Barberia Carloni” della compagnia TEATRO NECESSARIO, che da più di 20 anni porta avanti con passione un’intensa attività di produzione e promozione, diffusione e programmazione di circo contemporaneo e teatro urbano.

Teatro Necessario

Gli spettacoli del Teatro Necessario combinano in scena arti circensi, tecniche teatrali, mimo, danza e musica. I tre bravissimi clown, acrobati e musicisti – Leonardo Adorni, Jacopo Maria Bianchini e Alessandro Mori – in “Nuova Barberia Carloni” ricreano l’atmosfera dei tempi non troppo lontani in cui il barbiere cantava, suonava, serviva da bere, consigliava… in una parola, intratteneva i suoi ospiti. E, naturalmente, faceva barba e capelli. Il palco non è altro che la barberia medesima, animata dai tre aspiranti barbieri, e la platea una grande sala d’attesa.

Nelle serate di lunedì 26, martedì 27 e mercoledì 28 settembre, sotto al GalizioTorresiCircus, si svolgerà il ClownFactor, uno degli eventi immancabili del programma: un contest riservato ai talenti emergenti delle arti circensi e della clownerie che quest’anno verrà presentato dall’attore Michele Gallucci e vedrà sfidarsi nove artisti e compagnie.Al termine della terza serata verranno proclamati i 4 finalisti – tre scelti dalla giuria tecnica e uno dai voti espressi sulla pagina facebook del festival – che  il 1° ottobre si contenderanno il Premio Takimiri.

Il ClownFactor è nato dalla volontà di offrire un’importante vetrina ad artisti che possono presentare spettacoli eterogenei, farsi conoscere dal vasto pubblico del Festival e, soprattutto, farsi apprezzare ed entrare in contatto con i direttori artistici di importanti festival nazionali e con altri professionisti del settore che compongono le diverse giurie.

Le compagnie partecipanti sono Associazione Ho Un’Idea, Gloria Barbanti, Doisberto Project, Giulio Carfora, Teatro Bislacco, Barbi e Chen, Cirque de tu Sorèl, Compagnia del Cactus e Marco Rea Prestigiatore.

La giuria tecnica è composta da Rebecca Liberati – attrice, Francesco Faccioli – operatore teatrale, attore e regista, Sauro Savelli − scenografo e sceneggiatore teatrale

Le esibizioni degli artisti vengono giudicate oltre che dal pubblico e dalla giuria tecnica, anche da una giuria “speciale” composta dai ragazzi di Fondazione ANFFAS Macerata www.anffasmacerata.it, associazione di Famiglie e Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale.

A questa, si aggiunge anche una giuria on line composta da un gruppo di circa 30 giovani selezionati in collaborazione con “Open Circus” www.opencircus.it, progetto dell’associazione Circo e Dintorni sostenuto dal Ministero della Cultura.

Il Festival proseguirà nei giorni seguenti con diversi altri eventi, con lo spettacolo del pluripremiato clown ucraino HOUSCH-MA-HOUSCH venerdì 30 settembre e il ricchissimo week-end finale dell’1 e 2 ottobre al quale parteciperanno le due icone della clownterapia PATCH ADAMS e MICHAEL CHRISTENSEN, che si incontreranno per la prima volta e condurranno ognuno un workshop con iscrizioni che stanno giungendo da personale medico di tutta Italia e di vari paesi europei, altri workshop e incontri sulla clownterapia a cura della Federazione Nazionale Clown Dottori e di ClownOne Italia, presentazioni di libri ed eventi formativi per le scuole, in presenza e online per tutta Italia con Jacopo Fo tra i formatori, tantissimi spettacoli con artisti di alto livello tra i quali il “prestiggiattore” Andrea Paris, l’Esplosione di Colori e il grande evento finale “Rimbalzi di gioia in un abbraccio che vale”, uno spettacolo ricco di artisti e di sorprese, presentato da Natasha Stefanenko, che, dopo i due anni di pandemia, culminerà con l’emozionante e attesissimo mare di palloncini colorati che rimbalzerà sopra la piazza a ritmo di musica e delle emozioni e con la consegna del “Premio Clown nel Cuore” al giovane scrittore ed attivista per i dirizzi umani NICOLÒ GOVONI

 

MA DURANTE IL FESTIVAL, SARÀ BELLO ANCHE SOLO PASSEGGIARE PER I VICOLI DELLA CITTÀ DEL SORRISO.

In occasione del Clown&Clown, ogni anno Monte San Giusto si veste a festa con una ECCEZIONALE OPERA DI ARREDO URBANO realizzata grazie alla collaborazione dei cittadini sangiustesi e dei volontari, che fanno della loro partecipazione la vera forza del Festival.

Centinaia di addobbi, piccoli ed enormi, compaiono su case, strade, edifici pubblici, negozi e danno vita alla Città del Sorriso, in cui spiccano l’enorme naso rosso montato sul campanile della chiesa principale del paese e il portale firmato da Stefano Calisti all’ingresso del borgo antico.

 

CHI ORGANIZZA E CHI SOSTIENE IL FESTIVAL

Ogni anno il Clown&Clown Festival si svolge sotto l’organizzazione dell’Ente Clown&Clown, con il patrocinio del Ministero della Cultura, della Regione Marche, del Comune di Monte San Giusto e il supporto di numerosi sponsor privati, tra cui il main sponsor Galizio Torresi e il media partner Radio Subasio.

 

UFFICIO STAMPA LP PRESS

 

Latest Posts

Da non perdere