martedì, 28 Maggio, 2024

Ultimi articoli

“MANTIS” È IL NUOVO EP DEI PVSSY

Si intitola MANTIS il lavorod’esordio dei PVSSY: un concentrato di energia esplosiva e potentissima che si dipana per sei brani. Un benvenuto clamoroso al sound granitico di una band dal grande futuro.

PVSSY sono stati scoperti da JON ROSEMAN (Produttore del video di Bohemian RhapsodySweet Dreams e genio precursore di MTV). Roseman si è confrontato con ROBERT FRIPP (King Crimson) e NICK BEGGS (Kajagoogoo), che hanno speso parole di grande elogio per la band.

SPOTIFY

La band, nonostante sia appena nata, è composta da elementi che singolarmente sono eccezionali sotto il profilo sia tecnico sia artistico. La chitarra di JONNY SCHWED è visionaria, lacerante ma definita e moderna, la batteria di ALESSANDRO CHIAVONI è potente, tribale ma perfettamente strutturata nella virtuosità delle sue tessiture ritmiche.

FRANCESCO TERRIBILE, al basso, giganteggia selvaggio e netto, fungendo da magistrale collante per l’intero comparto sonoro. La sensazionale voce di GIULIANA MAFFEI, si incontra e scontra perfettamente con l’insieme strumentale, andando a generare un paradisiaco inferno, che nel caos sublima la propria perfezione.

 

MANTIS l’abbiamo fatto in due mesi. Il titolo ce l’ha suggerito Nick – dice JONNY SCHWED, riferendosi a Beggs – ci abbiamo messo poco. sia per una questione di urgenza che di fame. Amiamo quello che facciamo ed è nostra ferma intenzione farlo arrivare a tutti. Purtroppo siamo nati in Italia, dove il nostro genere non esiste, ma essendo pazzi, siamo molto ottimisti“.

ALESSANDRO CHIAVONI aggiunge:Sono rimasto sbalordito dalla quantità di idee emerse dall’unione di questa nuova formazione, non immaginavo che in così poco tempo avremmo sfornato un lavoro tanto promettente. Sono convinto che se questo progetto arrivasse a qualcuno che sa riconoscere il valore di questo genere musicale potremmo certamente partecipare a festival di qualunque livello; noi, puntiamo ad America e Inghilterra. Anni di ricerca e di ascolti musicali delle più grandi band della storia, ci hanno enormemente influenzato, creando addirittura prima dell’arrivo di Giuliana, quella che era l’idea di un sound completamente inedito nel mondo musicale. Le nostre orchestrazioni, sebbene tecniche e spesso di nicchia, con l’avvento di Giuliana, hanno raggiunto il parametro di comunicabilità che stavamo cercando da anni“.

Il disco” – conclude JONNY – “E’ soltanto l’inizio di qualcosa di più grande; in pratica, il percorso che va dal primo all’ultimo brano costituisce l’embrione di quello che andremo a fare in futuro. Per quanto riguarda i testi abbiamo cercato di creare qualcosa di analogo al viaggio sonoro: la scoperta del Sé di un individuo, che cambiando forma e contenuto della sua volontà, si dirige sempre più in profondità verso il proprio abisso“.

 

BIOGRAFIA

PVSSY nascono dall’unione dei MORBOSITA (JONNY SCHWED, ALESSANDRO CHIAVONI, FRANCESCO TERRIBILE) con GIULIANA MAFFEI.

I MORBOSITA erano un power trio alternative metal virtuosamente demenziale; amavano trattare di rivoluzione, gatti, gabbiani e Nando. Si esibivano nei peggiori sobborghi dell’universo, portando alta la bandiera della libertà creativa senza compromessi, gridando, sbattendo, stridendo, mordendo, piangendo disperatamente e sputando sangue; queste modalità, per qualche assurdo motivo non hanno portato la band al successo globale.

GIULIANA invece, viene dal pop; allieva di Cheryl Porter e cantante di incommensurabile talento ha macinato decine di milioni di visualizzazioni su Youtube; piattaforma dove i tre l’hanno trovata, dopo che Jonny aveva capito che cantare non gli interessava e che oltretutto non sapeva farlo né bene, né in inglese.

Gli elementi della nuova formazione si sono confrontati e hanno realizzato che per motivi misteriosi avevano gli stessi ideali. GIULIANA si è praticamente trasferita a vivere con i ragazzi, e immediatamente hanno cominciato a lavorare costantemente, inventando linee vocali su dei pezzi già strutturati strumentalmente dall’ex trio, per poi scrivere insieme i testi, arrangiare, confezionare le pre-produzioni e portarle da NICOLA PIOVANELLO, che già produttore dell’ultima fase del trio, si è innamorato subito della nuova formazione, aiutando il gruppo a creare una solidissima identità sonora.

Il messaggio dei PVSSY è uno solo, declinato in tutte le loro opere: “Abbi la forza di trovare te stesso, anche a costo di distruggere tutto ciò che hai deciso di essere.”

 

SOCIAL

PAGINA FACEBOOK
PAGINA INSTAGRAM

Ufficio stampa Level Up

 

Latest Posts

Da non perdere