7.6 C
New York
sabato, 22 Gennaio, 2022

Ultimi articoli

Ragazzina rimane faccia a faccia col ladro in casa

image

Ragazzina rimane faccia a faccia col ladro in casa

Zuglio: dopo le urla, il malvivente scappa. Altri blitz in abitazioni coi proprietari all’interno. A Raveo rubato l’incasso della festadi Gino Grillo

ZUGLIO. Ladri sempre più arditi nel Comune dell’antica Iulium carnicum: entrano in azione anche se i proprietari sono in casa. Venerdì sera, verso le 17.45, alcuni malviventi hanno fatto irruzione nella casa della titolare di alcuni negozi in Carnia.

Solo una settimana fa la donna aveva subito un altro colpo: i ladri, sempre allo stesso indirizzo, e allo stesso orario, avevano infranto un finestrino della sua auto, parcheggiata nel cortile, asportando una borsetta contenente l’incasso della giornata che doveva essere depositato in banca.

Stavolta dopo aver sfondato a calci una porta del retro, i ladri hanno iniziato a setacciare le stanze del piano terrà. Al primo piano si trovava la figlia dodicenne che, udito il trambusto si è affacciata sul vano scale scorgendo una sagoma di un uomo con guanti e passamontagna.

È corsa in camera e si è chiusa a chiave nella sua stanza, chiamando le forze dell’ordine e i genitori mentre il malvivente scappava a mani vuote. Mentre i carabinieri stavano effettuando il sopralluogo, hanno ricevuto un altro allarme.

I ladri, presumibilmente gli stessi, erano entrati in un’altra casa distante solo poche decine di metri. Qui sono stati disturbati dal proprietario che rientrava a casa. «Mio padre – racconta il figlio – ha visto le luci delle pattuglie dei carabinieri dai vicini, poi entrato in casa ha notato la porta sul retro aperta e ha pensato a dei ladri».

Uscito nel giardino ha udito il rumore di passi di più persone correre attraverso i campi sul retro. «Hanno rovistato dappertutto, aprendo pure tutte le finestre sul retro. E da lì se ne sono andati portandosi appresso l’oro e alcuni brillanti assieme a della bigiotteria».

A metà settimana è stato preso di mira il Comune di Raveo dove, oltre a soldi e gioielli rubati in alcune abitazioni, è sparito anche parte dell’incasso della festa “Sapori di Carnia”. In pochi giorni, ben quattro abitazioni sono state visitate dai ladri.

«Quando i ladri vengono arrestati, vengono trattenuti per un solo giorno e poi vengono rimessi in libertà» protesta uno dei deruba. Racconta inoltre di come, in un caso, i malviventi abbiamo utilizzato un piccone per tentare di asportare una piccola cassaforte dal muro.

Il valore dei furti, compresi i danni alle porte e infissi delle case visitate con il retro delle abitazioni che dà verso campi o boschi, si aggira sui 40 mila euro.

In un caso, quello che ha interessato il furto del ricavato della festa i ladri sono stati sorpresi dal proprietario della casa che, rientrando verso le 18, ha scorto delle ombre fuggire attraverso i campi verso un’auto dove presumibilmente si trovava a bordo un complice.

Fonte Articolo

Latest Posts

spot_imgspot_img

Da non perdere