Home / Musica/Eventi / Mino Abbacuccio: La passione per la comicità trasformata in professione

Mino Abbacuccio: La passione per la comicità trasformata in professione

La sua carriera inizia all'età di 18 anni facendo spettacoli di burattini, giocoliere e di magia comica; entra nel cast di Made in Sud nel 2009 divenendo subito uno dei protagonisti più famosi Napoletano, laureato in Economia e Commercio decide di trasformare la sua passione per la comicità in professione, Mino Abbacuccio inizia la sua carriera all'età di diciotto anni, nel 2009 entra nel cast della nota trasmissione televisiva di Rai due "Made in Sud" divenendo subito uno dei protagonisti più amati e famosi. Noi di Vivere Fermo abbiamo avuto il piacere di intervistarlo.
La carriera da comico è iniziata da giovanissimo. Come e quando è nata questa passione per la comicità?
Sono sempre stato affascinato da ogni forma di spettacolo ed il mio percorso ha avuto inizio quando avevo 18 anni e mi sono affacciato all'arte di strada. Da quel momento in poi ho iniziato a fare spettacoli di burattini, giocoliere e di magia comica nelle piazze del centro sud Italia. Quando poi sono diventato più grande per essere credibile ed affrontare un tipo di pubblico che non fosse solo quello dei bambini ho iniziato a frequentare laboratori di comicità dove mi sono formato studiando e testando direttamente con il pubblico le cose apprese . Ho iniziato quindi a costruire i miei primi monologhi e personaggi ed ho iniziato a mettere su uno spettacolo interamente comico. Non credo che esista un momento esatto in cui nasca la passione, ma credo che esista un momento in cui ci si rende conto di avere una passione dentro e di voler intraprendere una carriera rischiando investendo e credendo, per far sì che la passione possa diventare un lavoro. Io ho cercato questo e l'ho trovato e le mie rinunce che allora sembravano follie oggi non mi pesano più perché e' grazie a quelle rinunce che oggi sono convinto del percorso intrapreso.
E’ entrato a far parte dei comici di “Made in Sud” diventando famoso in tutta Italia, come ci è approdato?
Feci un provino nel 2007 per un laboratorio al Teatro Tam ( tempio del cabaret a Napoli, da questo teatro e' partita la trasmissione Made in Sud) e mi dissero che avrei ricevuto una convocazione perché anche se non pronto per un'esperienza televisiva avevo però tutte le potenzialità per poter crescere e migliorare nel loro laboratorio. Una convocazione che e' arrivata dopo un anno, un anno di attesa dove io quasi non ci speravo più ed invece poi la convocazione per il laboratorio e' arrivata ed ho intrapreso il mio percorso artistico sotto la guida di Nando Mormone il più grande scopritore di talenti comici d'Italia, nonché il creatore di Made in Sud.
Ha vinto diversi Premi: Premio Arte Umoristica, Premio Massimo Troisi, Premio Charlot; quanta emozione c’è ogni volta le viene assegnato un riconoscimento?
Ogni concorso e' come una partita di pallone, ha una storia a se ed in merito ai miei riconoscimenti dico che nella mente porto differenti ricordi ma nel cuore sempre le stesse emozioni.
Come nasce il personaggio “Titì” che ha fatto impazzire moltissimi bambini?
Il personaggio di Titi' nasce con la volontà di voler parlare ad un pubblico adulto con un'immagine di personaggio che potesse piacere ai bambini. Obiettivo colto in pieno, Titi' e' entrata nei cuori di adulti e piccini ed oggi a quasi 10 anni dall'esordio mantiene sempre la stessa affezione. Il personaggio Saluta Titi' e' l'insicurezza di ciascuno di noi, il disagio di tanti ragazzi; una vita fatta di conflitti interiori, interpersonali ed anche globali; un personaggio che fa della tristezza un punto di forza e della timidezza un'ancora di salvezza, un personaggio che fa ridere e riflettere.
Le capita mai di "SBAGLIARE"? 
L'errore e' invece il tema di fondo del mio secondo personaggio, " IL TATUATORE SBAGLIO". Credo che una vita senza errori sia una vita piatta, la perfezione non esiste, non può esistere se prima non s'incassa il duro colpo dello sbaglio. L'errore fa crescere, rafforza e diverte e quindi ben vengano gli errori, ben vengano gli insegnamenti che possiamo trarne. Io sbaglio! 
Progetti per il futuro…??? 
Si, a breve partirò con un Cortometraggio e sarà il mio primo lavoro da sceneggiatore e regista oltre che attore. E' una prima occasione per mettere in pratica le cose che ho studiato e sto lavorando affinché possa essere un buon inizio. Grazie a tutti

per info artistiche THE MAC LIVE 3283712302

Intervista fatta da : Alessandra Renzetti

Check Also

I 35 anni di Parade degli Spandau Ballet

Parade è il quarto disco dei britannici Spandau Ballet. Uscito il 22 giugno 1984, è tra i …