7.6 C
New York
sabato, 27 Novembre, 2021

Ultimi articoli

Gdf scopre traffico prodotti falsa pelle

Traffico prodotti falsa pelle scoperto da Gdf GoriziaProdotti in Cina e destinati a Milano e Sesto Fiorentino

(ANSA) – GORIZIA, 19 GEN – La Guardia di Finanza di Gorizia ha scoperto e bloccato un traffico internazionale di prodotti riportanti la falsa indicazione “vera pelle”, importati dalla Cina e destinati alla vendita in alcuni negozi, gestiti da cittadini cinesi a Milano e Sesto Fiorentino.
    Le indagini sono scaturite da un controllo nei pressi del valico di Sant’Andrea a Gorizia, di un autoarticolato proveniente dalla Repubblica Ceca con a bordo accessori di abbigliamento, venduti da una società con sede a Ningbo, nella provincia cinese dello Zhejiang, a un’impresa con sede a Praga al prezzo di 6.474,80 euro e da questa a sua volta ceduti a una ditta cinese con sede legale a Roma e luogo d’esercizio a Prato al prezzo di 10.074,80 euro.
    La merce trasportata era costituita da 3.600 portafogli da uomo e 3.000 portachiavi con impressa la dicitura “vera pelle”, anche se evidentemente sintetici.
    Gli accessori sono stati sottoposti a sequestro probatorio con l’ipotesi di reato di vendita di prodotti industriali con segni mendaci.

Fonte: ansa.it

Latest Posts

spot_imgspot_img

Da non perdere

Traffico prodotti falsa pelle scoperto da Gdf GoriziaProdotti in Cina e destinati a Milano e Sesto Fiorentino

(ANSA) – GORIZIA, 19 GEN – La Guardia di Finanza di Gorizia ha scoperto e bloccato un traffico internazionale di prodotti riportanti la falsa indicazione “vera pelle”, importati dalla Cina e destinati alla vendita in alcuni negozi, gestiti da cittadini cinesi a Milano e Sesto Fiorentino.
    Le indagini sono scaturite da un controllo nei pressi del valico di Sant’Andrea a Gorizia, di un autoarticolato proveniente dalla Repubblica Ceca con a bordo accessori di abbigliamento, venduti da una società con sede a Ningbo, nella provincia cinese dello Zhejiang, a un’impresa con sede a Praga al prezzo di 6.474,80 euro e da questa a sua volta ceduti a una ditta cinese con sede legale a Roma e luogo d’esercizio a Prato al prezzo di 10.074,80 euro.
    La merce trasportata era costituita da 3.600 portafogli da uomo e 3.000 portachiavi con impressa la dicitura “vera pelle”, anche se evidentemente sintetici.
    Gli accessori sono stati sottoposti a sequestro probatorio con l’ipotesi di reato di vendita di prodotti industriali con segni mendaci.

Fonte: ansa.it