martedì, 18 Giugno, 2024

Ultimi articoli

Clown&Clown Festival – Festival Internazionale di Clownerie e Clown-terapia 19^ edizione – dal 24 settembre al 1° ottobre 2023 a Monte San Giusto (MC), la “Città del Sorriso”

19 ^ Clown&Clown Festival sul tema della “Leggerezza” con un ricco calendario di spettacoli, workshop, mostre, concerti e due eventi speciali con Enrico Galiano, Nicolò Govoni e Michael Christensen

 

L’appuntamento con la 19^ edizione del Clown&Clown, Festival Internazionale di Clownerie e Clown-terapia, è dal 24 settembre al 1° ottobre 2023 a Monte San Giusto, borgo medievale della provincia di Macerata che nel corso degli anni ha guadagnato il titolo di “Città del Sorriso”.

Come sempre, il Festival punterà l’attenzione sulla portata sociale e sul valore terapeutico della risata con un ricco programma di spettacoli, live-performance ed eventi ludici, ma anche mostre, conferenze, workshop, incontri letterari, progetti formativi e tutti gli eventi che rendono unico il festival, dal ClownFactor all’Esplosione di Colori e agli immancabili Rimbalzi di Gioia, come sempre contornati da sorprese, eventi speciali e ospiti esclusivi.

Ideato nel 2005 dalla Mabò Band, compagnia di clown-musicisti sangiustesi, il festival unisce da sempre l’anima artistica con quella sociale del clown, coinvolgendo decine di compagnie ed artisti provenienti da diverse parti del mondo, associazioni di volontariato, associazioni di clown-terapia e centinaia di clown-dottori che si ritrovano per partecipare a incontri coordinati dalla Federazione Nazionale Clown-Dottori.

Durante il festival, sarà bello anche solo passeggiare per i vicoli della Città del Sorriso. In occasione del Clown&Clown, ogni anno Monte San Giusto si veste a festa con una eccezionale opera di arredo urbano realizzata grazie alla collaborazione dei cittadini sangiustesi e dei volontari, che fanno della loro partecipazione la vera forza del Festival. Centinaia di addobbi, piccoli ed enormi, compaiono su case, strade, edifici pubblici, negozi e danno vita alla Città del Sorriso, in cui spiccano l’enorme naso rosso montato sul campanile della chiesa principale del paese e il portale firmato da Stefano Calisti all’ingresso del borgo antico.

LA LEGGEREZZA – IL TEMA DELL’EDIZIONE

Il tema dell’edizione è la “Leggerezza”, atteggiamento e qualità che spesso i clown hanno nel guardare alla superficie delle cose per poter accedere a un significato più profondo.

Secondo Italo Calvino, autore della massima “leggerezza non è superficialità”, la leggerezza è la qualità di ciò che è leggero e si sposa con la levità. La leggerezza ci permette di vedere le cose in profondità e allo stesso tempo di distanziarci dall’affanno del presente. In questo modo, ci avviciniamo all’altro, ci aiutiamo a sentirci comunità, a tessere il filo dell’empatia e della solidarietà e a non prenderci troppo sul serio.

Per L’Ente Clown&Clown, associazione che organizza il festival, il clown rappresenta il baluardo della leggerezza, in quanto la sua ironia riduce il carico della tristezza e ci invita a essere presenti nel qui e ora.

GLI EVENTI SPECIALI

Sul tema della leggerezza, nel ricco cartellone di iniziative sono previsti due eventi speciali, pensati dai protagonisti appositamente per il festival, che si svolgeranno nel tendone da circo GalizioTorresiCircus.

Il primo di questi eventi, in programma il 30 settembre dalle ore 15 alle ore 17, si intitola “A scuola di felicità: togliere peso all’errore” e viene condotto da Enrico Galiano con la partecipazione straordinaria di Nicolò Govoni e di due studenti della Still I Rise International School di Nairobi.

Partendo dalla sua esperienza tra i banchi e dalle pagine dei suoi libri, il prof. Galiano condurrà i partecipanti alla scoperta di quanto, crescendo, l’essere umano si faccia ingabbiare dalla percezione dell’errore. La sua scuola di felicità parte dal presupposto che solo alleggeriti dai preconcetti, dai doppi sensi, dalla paura dello sbaglio si può aspirare a quella leggerezza che non è frivolezza, ma capacità di affrontare la vita in modo autentico. Per non essere degli eterni ripetenti, come Enrico ama ricordare, è necessario avere il coraggio di salire sulle ali della leggerezza.

In questa riflessione, Enrico Galiano sarà supportato dalla partecipazione straordinaria di Nicolò Govoni, attivista per i diritti umani e Direttore esecutivo di Still I Rise, organizzazione umanitaria che apre Scuole di Emergenza e Scuole Internazionali per i bambini più vulnerabili – attualmente operativa in Nord Ovest della Siria, Kenya, Repubblica Democratica del Congo e Colombia – che ha ricevuto il Premio Madre Teresa per la Giustizia Sociale 2022 ed è tra i nominati al Premio Nobel per la Pace 2023.

Con Nicolò saranno presenti anche Doris e Mohamed, due giovanissimi studenti della Still I Rise International School di Nairobi che nell’ultimo anno hanno vinto il concorso di oratoria indetto dalla scuola.

Nicolò Govoni

Il secondo evento speciale, in programma il 1° ottobre dalle ore 9 alle ore 11, si intitola “Praticare Leggerezza” e viene condotto da Michael Christensen. L’evento viene presentato in anteprima assoluta a livello mondiale e verrà riproposto dal fondatore della clown-terapia in diverse altre manifestazioni che hanno confermato il loro interesse in varie nazioni del globo.

L’incontro sarà incentrato sul potere trasformativo della clownterapia, che deriva dallo scegliere di praticare e portare Leggerezza anche nelle situazioni più difficili. Attraverso esercizi, narrazioni e video i partecipanti rifletteranno su come la leggerezza sia una scelta coraggiosa e consapevole di guardare il mondo e di affrontare le avversità cosi come lo è il Sorriso.

Informazioni complete e modalità di partecipazione dei due eventi sono reperibili in www.clowneclown.org

Christensen,Govoni e Adams

GLI SPETTACOLI IN PROGRAMMA

Per ciò che riguarda l’aspetto artistico del festival, nel cartellone spiccano due spettacoli in programma sotto il tendone da circo.

Il 29 settembre alle 21:30, la compagnia Baccalà presenterà “Pss Pss”, spettacolo esilarante e virtuoso, vincitore di 15 premi internazionali, eseguito più di 1000 volte in oltre 53 paesi e in tutti i 5 continenti con enormi consensi, sell-out show al Festival Off di Avignone in Francia nel 2011, 2013 e 2015 così come al Fringe Festival di Edinburgo nel 2014. La compagnia è composta dall’italiano Simone Fassari e dalla svizzera Camilla Pessi, è attiva dal 2004 ed ha perfezionato lo spettacolo nel 2010 con la regia di Louis Spagna.

Il 30 settembre, sempre alle 21:30, sarà la volta di Loco Brusca e del suo spettacolo “The train…is gone!”, il cui protagonista è Speerman, un personaggio creato nel 1993 e con il quale l’artista propone in scena una miriade di diversi sketch, numeri e abilità. L’artista argentino, al secolo Luis Brusca, ha partecipato a festival in tutto il mondo, ha collaborato in produzioni del Cirque du Soleil (2006, Dralion-Berlino e 2002, Golden Lions, Cina-Giappone), ha diretto vari spettacoli circensi e teatrali, ha collaborato come sceneggiatore e come attore in serie televisive.

Entrambi gli spettacoli prevedono l’ingresso a pagamento di € 10, gratuito fino a 3 anni di età, con biglietteria on line e in loco.

Il festival inizierà domenica 24 settembre con l’Inaugurazione della Città del Sorriso che, a partire dalle ore 17, vedrà la partecipazione della Euro Marching Band, della Banda musicale Ottavio Bartolini e di Zia Caterina – al secolo Caterina Bellandi, che con il suo colorato TaxiMIlano25 da 19 anni effettua corse gratuite da e per l’ospedale Meyer di Firenze a favore di bambini malati di tumore – le inaugurazioni delle mostre fotografiche nei vicoli del borgo e musica fino al tradizionale conto alla rovescia per l’accensione dell’enorme naso rosso sul campanile della chiesa, simbolo dell’inizio ufficiale della manifestazione. Infine, alle ore 22:00 nel tendone GalizioTorresiCircus (ingresso 2€, gratuito fino ai 3 anni di età; biglietteria on line e in loco) è in programma lo spettacolo “Rosa” con Teresa Bruno della compagnia Teatro C’art.

Nelle serate del 25, 26 e 27 settembre, sotto al GalizioTorresiCircus, si svolgerà il ClownFactor, uno degli eventi immancabili del programma: un contest riservato ai talenti emergenti delle arti circensi e della clownerie che, presentato dagli attori Michele Gallucci e Rbecca Liberati, vedrà sfidarsi nove artisti e compagnie per l’accesso al Premio Takimiri, in programma il 30 settembre alle ore 15:00.

La sera di giovedì 28 settembre è in programma un ClownVarietà con numerosi ospiti e dalla serata di venerdì 29 settembre a domenica 1° ottobre le vie e le piazze della Città del Sorriso saranno animate da tanti spettacoli con artisti di alto livello in ambito nazionale e internazionale, tra i quali l’inglese Fraser Hooper – vincitore di numerosi premi in festival internazionali – il cantastorie Felice Pantone, la Banda Storta Marching Band, la Compagnia Follemente, la Compagnia Rebinè e la compagnia Teatro Bislacco. La Notte Clown di sabato 30 settembre si chiuderà con il concerto di Luca Bassanese & La Piccola Orchestra Popolare.

Il primo grande evento di animazioni di piazza, è l’ESPLOSIONE DI COLORI, che si volgerà sabato 30 settembre alle ore 18:00 presso i Giardini Pubblici. Una spettacolare animazione condotta dai comici Enzo Polidoro e Didi Mazzilli con suoni, giochi e balli immersi in una nuvola di colori, che dipingerà i partecipanti dalla testa ai piedi, all’insegna dell’allegria e della spensieratezza.

Come da tradizione il festival si concluderà con “Rimbalzi di gioia… in un abbraccio che vale”, un grande spettacolo ricco di artisti e di sorprese che, presentato da Natasha Stefanenko, culminerà con l’emozionante e attesissimo mare di palloncini colorati che rimbalzerà sopra la piazza a ritmo di musica e delle emozioni. Un trionfo di gioia, bellezza e abbracci che entusiasmerà la folla e al quale parteciperanno il poeta e scrittore Giò Evan, la vincitrice di The Voice Kids Melissa Agliottone e Nicolò Govoni.

Durante l’evento verrà consegnato il Premio Clown Nel Cuore 2023, riconoscimento che dal 2008 il Festival destina a personaggi che si sono distinti per il loro impegno nel sociale e si sono fatti messaggeri di valori positivi attraverso la propria arte e il proprio lavoro, unendo allegria e gioia di vivere alla solidarietà e diventando modelli positivi per la comunità. Il destinatario del Premio verrà svelato entro la metà di settembre.

I PROGETTI SOCIALI E FORMATIVI

Tornando alla dimensione sociale del Festival, oltre agli eventi speciali con Enrico Galiano, Nicolò Govoni e Michael Christensen, decine di associazioni di clown-terapia da tutta Italia saranno impegnate in incontri di formazione coordinati dalla Federazione Nazionale Clowndottori, che domenica 1° ottobre organizza anche la sua Assemblea Nazionale annuale. Inoltre, domenica 1° ottobre alle ore 14 è in programma il seminario “Amore Morte e trasformazione” a cura dell’associazione ClownRevolution

Domenica 1° ottobre, alle ore 11:30 in piazza Aldo Moro, si svolgerà la Conferenza “ClownSchool Kenya 2023”, dedicata al progetto curato dal Festival, che ha portato nel paese africano un gruppo di clown provenienti da tutto il mondo nella Still I Rise International School di Nairobi. Grazie al coordinamento di ClownOne Italia, il progetto si è svolto dal 30 giugno al 12 luglio 2023 ed ha coinvolto gli studenti della scuola in una settimana di laboratori e interventi incentrati sull’attivazione del fare e il prendersi cura – I CARE – degli altri. Partecipano alla conferenza la presidente di ClownOne Italia OdV Ginevra Sanguigno, Nicolò Govoni con i ragazzi Doris e Muhmad della scuola di Nairobi, il Sindaco Andrea Gentili e la presidente dell’Ente Clown&Clown Chiara Bartolacci. Al progetto è dedicata anche una mostra fotografica nei vicoli del borgo.

Come ogni anno all’interno del Clown&Clown viene organizzato anche il Progetto Scuole, un programma formativo per sensibilizzare bambini e ragazzi delle scuole del territorio su temi di stampo sociale e umanitario e per avvicinarli all’arte circense e per trasmettere loro l’importanza e il valore universale, comunicativo e terapeutico del sorriso. Sono previsti laboratori, spettacoli e incontri formativi, uno dei quali condotto dal prof. Enrico Galiano per allievi di scuole secondarie di primo grado.

CHI ORGANIZZA E CHI SOSTIENE IL FESTIVAL

Ogni anno il Clown&Clown Festival si svolge sotto l’organizzazione dell’Ente Clown&Clown, con il patrocinio del Ministero della Cultura, della Regione Marche, del Comune di Monte San Giusto e il supporto di numerosi sponsor privati, tra cui il main sponsor Galizio Torresi e il media partner Radio Subasio.

 

UFFICIO STAMPA LP PRESS 

 

Latest Posts

Da non perdere