Home / Salute&Benessere / 4 cibi di Natale che fanno bene alla salute

4 cibi di Natale che fanno bene alla salute

Anche a Natale c'è spazio per la salute e il benessere. Leggi quali sono i cibi natalizi che fanno bene e che ti aiutano persino a restare in forma

Il Natale è un po' il paradiso di tutti i golosi. Infatti, tra dolci e menu speciali, questo periodo dell'anno diventa anche il più rischioso per chi è a dieta o per chi solitamente segue un regime alimentare salutare ed equilibrato.

Ma i nutrizionisti sono concordi sulla necessità di instaurare un rapporto sano e gioioso con il cibo, affinché si possa seguire uno stile di vita salutare per tutto il corso dell'anno. Quindi, anche a Natale ci si può fare del bene scegliendo di consumare alcuni cibi caratteristici delle festività e ricchi di proprietà attive per il benessere e persino per la linea.

Noci, nocciole e mandorle

Tra i cibi che non mancano mai sulla tavola natalizia, troviamo sicuramente la frutta secca. Noci, nocciole, mandorle e pistacchi sono un elemento imprescindibile di pranzi e cene di Natale. Di solito vengono offerti a fine pasto, aggiungendo una bella dose di calorie dopo menu decisamente "strong" dal punto di vista dietetico.

Ciò nonostante è importante sottolineare quanto la frutta secca (alle giuste dosi) sia benefica per la salute a per la linea. Innanzitutto, si tratta di alimenti ricchi di acidi grassi essenziali, ovvero di grassi "buoni". Questi ultimi combattono il colesterolo "cattivo" nel sangue, mantenendone i livelli sotto controllo, e sono alleati della buona salute del cuore.

Inoltre, i grassi e le fibre contenute nella frutta secca placano la fame nervosa, donano sazietà e aiutano la regolarità del transito intestinale. Ma c'è di più, la frutta secca contribuisce anche a tenere sotto controllo le impennate di glicemia tipiche del periodo (a causa del più frequente consumo di zuccheri semplici). Infine, consumare frutta secca significa fare il pieno di minerali quali il magnesio, dall'effetto rilassante e anti-ansia.

Salmone

Un altro cibo molto consumato nel periodo natalizio è il salmone. Pesce "grasso", il salmone è comunque una varietà ittica alleata della salute e della linea. Il merito va sia all'elevato contenuto proteico, sia agli acidi grassi essenziali (Omega 3, per la precisione acido eicosapentaenoico - EPA e acido docosaesaenoico - DHA).

Gli Omega 3 proteggono la salute di cuore e arterie, nonché il benessere del cervello prevenendo anche le malattie di tipo neurodegenerativo. Durante il periodo natalizio di solito si tende a consumare il salmone anche nella sua varietà affumicata come antipasto. In tal senso, è bene ricordare che questo tipo di alimento contiene un'elevata quantità di sale e, dunque, è importante consumarlo nelle giuste quantità. Preferibilmente abbinato a verdura cruda di stagione.

Zenzero e cannella

Tra i profumi natalizi più tipici, troviamo zenzero e cannella. Entrambi questi ingredienti si utilizzano per cucinare i dolci del periodo e anche per preparare bevande corroboranti in forma di tisana o di golosità, come la cioccolata calda. Zenzero e cannella sono anche due cibi dalle importanti proprietà per la salute.

Lo zenzero è una radice dalle proprietà termogeniche (grazie al gingerolo), antiossidanti, antivirali e protettive della mucosa gastrica.

La cannella, invece, è una spezia preziosa per contenere la glicemia e prevenire i picchi insulinici. Inoltre, recenti studi ne hanno evidenziato un ruolo preventivo nei confronti del tumore della mammella. Il nostro consiglio è di consumarli insieme, preparando decotti e tisane riscaldanti. Oppure, di aggiungerli sempre ai dolci natalizi.

Datteri

I datteri, uno dei frutti simbolo delle festività natalizie, sono un ingrediente speciale per la salute e anche per la linea. Innanzitutto, si tratta di un cibo dolcissimo ma contenente ben pochi grassi. Inoltre, i datteri sono ricchissimi di vitamine e rappresentano un alimento perfetto per chi necessita di fare il pieno di energie (tanto che i nutrizionisti li consigliano anche per l'alimentazione in convalescenza).

Le vitamine contenute nei datteri sono principalmente la C e la A, inoltre questi frutti presentano anche un buon contenuto di ferro, potassio e di altri preziosi minerali. Importante è infine la presenza di fibre che rendono il dattero un alleato di chi deve tenere sotto controllo i livelli di colesterolo cattivo nel sangue.

Ma forse non tutti sanno che i datteri sono efficaci anche per combattere gli stati infiammatori e per proteggere le vie respiratorie dai malanni di stagione.

Fonte: donnamoderna.com di Serena Allevi 

About administrator

Check Also

Allarme Norovirus: diarrea e vomito

Il norovirus è la causa principale della gastroenterite virale. E' un'infezione comune e molto contagiosa. I norovirus non sono pericolosi …

Questo è un negozio di demo per scopi di test & mdash; Nessun ordine deve essere rispettato. Rimuovi